Bandi e concorsi

29/05/2017
Premio Biennale Internazionale di Architettura “Barbara Cappochin” – Edizione 2017 - SCADENZA ISCRIZIONI

Con il lancio del premio avvenuto a Tokyo lo scorso 10 aprile, presso l’Istituto Italiano di Cultura, ha preso avvio l’edizione 2017 del Premio Biennale Internazionale di Architettura “Barbara Cappochin” promosso dalla omonima Fondazione e dall’Ordine degli Architetti P.P.C. di Padova, in collaborazione con il Consiglio Nazionale Architetti P.P.C., il Consiglio degli Architetti d’Europa (C.A.E.) e l’Unione Internazionale Architetti (U.I.A.).

Il Premio - giunto quest’anno alla ottava edizione – ha la finalità di far emergere il ruolo centrale e la responsabilità dell’architettura nel processo di trasformazione del paesaggio e delle periferie urbane, secondo i migliori principi della bio architettura, dell’efficienza energetica, della sostenibilità ecologica, sociale ed economica, per riaffermare la centralità del rapporto architettura-qualità della vita.

Le iscrizioni al Premio potranno essere effettuate fino al prossimo 30 giugno (www.barbaracappochinfoundation.net).

Al Premio possono partecipare le opere ultimate negli ultimi 3 anni (tra il 1° luglio 2014 ed il 30 giugno 2017) appartenenti alle seguenti sezioni:
· architettura residenziale;
· architettura commerciale, direzionale e mista;
· architettura pubblica (educativa, culturale, socio-sanitaria, religiosa, sportiva, ricreativa, del paesaggio);
· interventi di riqualificazione urbana sostenibile/eco quartieri.

Anche in questa edizione è previsto un Premio regionale destinato alle opere realizzate nella Regione Veneto.

La Giuria internazionale terminerà i lavori entro fine luglio e la cerimonia di premiazione si terrà a Padova, tra il 26 e il 29 ottobre.

In occasione della cerimonia di premiazione e della mostra dell’ottava edizione del Premio internazionale, si terrà a Padova il Festival della Biennale Internazionale Barbara Cappochin che vedrà dibattiti, incontri e convegni con la partecipazione di architetti di fama nazionale e internazionale, per continuare l’opera di sensibilizzazione sul tema della qualità dell’architettura inderogabilmente legata alla qualità della vita.